Un buon noleggio biclette a Rimini !

Un buon noleggio biclette a Rimini !

“Bike Tour Rimini è un buon posto per noleggiare cicli” parola del Guardian

Inspired by Rimini: a tour of Fellini’s magical home town

Il centenario del leggendario regista viene celebrato con una grande mostra nella città in cui è nato, ma solo passeggiare per le strade dà un assaggio del suo fascino.

Ispirato a Rimini: un tour nella magica città natale di Fellini

Rimini is best-known for its vast swathe of Adriatic beach – and as the birthplace of revered film director Federico Fellini. The visionary behind La Dolce Vita and 8½ is regarded by fans and critics as one of the world’s greatest film-makers. I explored “his” city, including its Old Town, where Fellini grew up, taking in history and architecture that spans Roman to Renaissance, art nouveau to right-about-now in its compact, wanderable streets.

Rimini è famosa per la sua vasta fascia di spiaggia adriatica e come il luogo di nascita del venerato regista Federico Fellini. Il visionario dietro La Dolce Vita e 8½ è considerato dai fan e dalla critica come uno dei più grandi cineasti del mondo. Ho esplorato la “sua” città e il centro storico, dove Fellini è cresciuto, prendendo in considerazione la storia e l’architettura che vanno dal romano al rinascimento, dall’art nouveau ad oggi nelle sue strade compatte e articolate.

Fellini was born 100 years ago this month and spent his first 19 years in Rimini. The city, or his memories of it, has a starring role in several of his films – Amarcord (local dialect for “I Remember”) and I Vitelloni (The Layabouts) in particular, but appears in scenes in many others. He didn’t do any shooting here, but lovingly reconstructed his home town at the Cinecittà studios in Rome, and found surrogate stretches of beach just outside the capital. This year, Rimini will be celebrating its most famous son in a way that will leave a lasting legacy.

Fellini è nato 100 anni fa questo mese e ha trascorso i suoi primi 19 anni a Rimini. La città, o i suoi ricordi, hanno un ruolo da protagonista in molti dei suoi film – Amarcord (dialetto locale di “I Remember”) e I Vitelloni (The Layabouts) in particolare, ma appare in scene in molti altri. Non ha sparato qui, ma ha ricostruito amorevolmente la sua città natale negli studi di Cinecittà a Roma e ha trovato tratti surrogati di spiaggia appena fuori dalla capitale. Quest’anno Rimini celebrerà il suo figlio più famoso in un modo che lascerà un’eredità duratura.

Aromas of sausage, truffle and coffee wafted through the winter air as I walked cobbled streets towards Piazza Cavour, the heart of Rimini since the middle ages. Along one side are the facades of the 17th-century town hall, the medieval Palazzo del Podestà and the 700-year-old Palazzo dell’Arengo – the latter two due to open on 14 March as a new contemporary art museum. In Amarcord, his 1973 Oscar-winner, Fellini has a strange parade for a fascist leader descend from the tower here. Amarcord is the film most closely associated with his view of Rimini, which he described in a 1960s essay entitled My Home Town, as “confused, frightening, tender, with that great breath of its own and its empty open sea”.

Aromi di salsiccia, tartufo e caffè si diffondevano nell’aria invernale mentre camminavo per le strade acciottolate verso Piazza Cavour, il cuore di Rimini dal Medioevo. Su un lato si trovano le facciate del municipio del XVII° secolo, il medievale Palazzo del Podestà e il settecentesco Palazzo dell’Arengo – questi ultimi due dovrebbero essere aperti il ​​14 marzo come nuovo museo d’arte contemporanea. Amarcord è il film più strettamente legato alla personale visione di Rimini, lo stesso Fellini ha descritto la città in un saggio degli anni ’60 intitolato My Home Town, come “confuso, spaventoso, tenero, con quel grande respiro tutto suo e il suo vuoto mare aperto“.

Leggi l’articolo completo nelle pagine di The Guardian.com